Menu NEMO
Menu NEMO

Serengeti National Park

IL GRANDE SPAZIO

SERENGETI, IL GRANDE SPAZIO

I leoni si sono acquattati, la criniera irsuta, la mimica sospesa. Silenzio. Si dissolvono gli gnu, gli impala, le zebre ed altre impronte. E' dal suolo, sotto i vostri piedi, che viene annunciato il loro avvicinarsi, proprio mentre vi avvolge il loro odore.

E' un insieme di erbe bruciate, sterco e cannella. Colonna sonora agile e potente, essi avanzano diritti verso di voi, scavando un morbido solco verde sotto l'ombra delle acacie.

serengeti

Non riesci a contarli, saranno 60, 80 o forse di più...Sembra una marcia regale senza fine. Sono gli elefanti, un'emozione indescrivibile.

Ma il branco si allontana e, mentre il giorno se ne va, l'ansia come una scossa elettrica riprende possesso della nuca e della spina dorsale. Attorno ai maschi, le corna alte erette, alla ricerca di una qualsivoglia via di fuga nel vento, due o trecento gazzelle oscillano come un campo di erbacce

Allo scatto della leonessa, tutta la scena è esplosa, con un salto, in ogni direzione... 

LA GRANDE MIGRAZIONE

LA GRANDE MIGRAZIONE

L'ecosistema del Serengeti, che copre all'incirca 25.000 km² (il parco nazionale del Serengeti ne rappresenta il cuore), è il teatro annuale della grande migrazione: all'incirca 3.000.000 di grandi mammiferi (gnu e zebre soprattutto, ma anche gazzelle di Thomson e di Grant così come altri grandi ungulati).

serengeti

serengeti

carte-seringiti

Anno dopo anno, lo spostamento di questo fantastico branco può avvenire in maniera molto differente.

Nella stagione verde (da gennaio ad aprile, quando le piogge fanno rinverdire le grandi panure del sud del Serengeti e del NCA) la migrazione avviene a sud (regione di Ndutu/Olduvai). In queste pianure verdeggianti la migrazione è raramente immobile, i temporali sono sinonimi di erba fresca e di acqua e per questo spingono gli gnu a degli spostamenti continui (tornano indietro, cambiano direzione,...).

A maggio e giugno, quando il terreno si secca facilmente, gli gnu formano allora delle immense colonne (a volte lunghe fino a 40 km) e raggiungono le "woodlands" nell'ovest e nel nord del Serengeti.

Nella stagione secca (da luglio a ottobre), la migrazione trova rifugio nelle regioni più boschive e più irrigate del nord (nord e ovest del Serengeti, Maasai Mara in Kenya).
Le prime piogge di novembre attirano nuovamente gli gnu verso le pianure. La discesa verso sud può avvenire in due mesi così come in due settimane nel caso in cui le piogge di novembre risultino abbondanti.

Clicchi sul logotipo sotto per ulteriori informazioni

Herdtracker Logo

CONSIGLI

CONSIGLI

Il parco nazionale del Serengeti è immenso (più di 14.000 Km²). Copre in questo modo regioni, biotopi molto differenti:

Regione del SUD, questa regione è magnifica da dicembre a maggio, periodo in cui viene accolta la grande migrazione ed i predatori che si alimentano di essa. E' in questa zona che si trovano i "kopje", blocchi granitici in mezzo alle grandi pianure e ai territori dei grandi felini.

Regione CENTRALE (regione di Seronera), molto ricca per tutta la durata dell'anno; in certi momenti, durante le forti piogge, la regione può anche svuotarsi dei suoi erbivori.

serengeti

Regione OCCIDENTALE, difficilmente agibile da marzo a maggio, questa regione è magnifica durante tutta la stagione secca (da luglio a novembre). Presenza di grandi branchi (gnu e zebre) e di coccodrilli lungo i corsi d'acqua.

Regione del NORD, interessante tutto l'anno (risiede un'importante fauna). Nel periodo delle forti piogge (possibili tra gennaio e maggio), questa regio (la più alta del Serengeti - 1800 m), perde parte del suo interesse.

Cercate la vostra alloggio : Clicca qui

VOLO IN MONGOLFIERA

VOLO IN MONGOLFIERA

Il pallone si alza al di sopra delle pianure del Serengeti (sorvolo del fiume Seronera).
Bellissima l'alba sopra la savana.
Possibilità di osservare una fauna molto concentrata (in certi periodi dell'anno) lungo il corso d'acqua e nelle pianure.
Il pilota della mongolfiera regola la quota durante il volo.
si alza per avere un'ottima visuale d'insieme sulla regione e si abbassa fino a sfiorare le teste delle giraffe.

 387

Aggiungere alla selezioneOuiNon

Scopri di più

Menu NEMO